HPV DNA TEST (DNA di papilloma virus)

Il virus del Papilloma umano (HPV) comprende un gruppo di circa 100 ceppi virali di cui una ventina potenzialmente infettivi per l'uomo. In particolare, alcuni tipi sono messi in correlazione con il carcinoma del collo dell'utero (ceppi 16 e 18). La prevalenza di questa infezione é molto alta negli adulti sessualmente attivi ed aumenta con il numero di partner sessuali. HPV é responsabile di oltre il 90% dei carcinomi del collo dell'utero, il tumore più frequente nelle donne dopo il cancro al seno (si evidenziano 300.000 nuovi casi all'anno). Il test per la ricerca e tipizzazione di DNA virale (HPV-DNA test) mira a rilevare la presenza del virus e, soprattutto, di quei sierotipi ritenuti ad alto rischio per lo sviluppo del cancro cervicale. In questo modo è possibile individuare le donne potenzialmente a rischio di cancro del collo dell'utero. Il test viene eseguito su biopsie o tamponi urogenitali, e può essere richiesto prima o in concomitanza di un PAP test positivo o di manifestazioni cliniche quali condilomi suggetsive di presenza di HPV.

Presso Geneticlab è possibile effettuare i seguenti test di Genetica Molecolare:




ANALISI HPV TIPIZZAZIONE PCR
29 GENOTIPI RICERCATI 6, 11, 40, 42, 43, 44, 54, 61, 70, 72 e 81 a basso rischio oncogeno; 16, 18, 26, 31, 33, 35, 39, 45, 51, 52, 53, 56, 58, 59, 66, 68, 73, 82 ad alto rischio oncogeno. Viene inoltre evidenziata la presenza di DNA di HPV al di fuori dell'elenco grazie ad una rilevazione aspecifica ad ampio spettro
METODICA PCR e ibridazione mediante reverse dot blot
MODALITA' DI RACCOLTA tampone a secco, tampone in mezzo di trasporto liquido per DNA, contenitore sterile per liquido seminale
SITI DI PRELIEVO cervice uterina, canale uretrale, zona peria-anale, zona balano-prepuziale, liquido seminale, cavità orale ed in generale qualunque zona presenti lesioni suggestive da presenza di HPV
TEMPI DI REFERTAZIONE 72 ore



ANALISI HPV SCREENING
29 GENOTIPI RICERCATI 6, 11, 40, 42, 43, 44, 54, 61, 70, 72 e 81 a basso rischio oncogeno; 16, 18, 26, 31, 33, 35, 39, 45, 51, 52, 53, 56, 58, 59, 66, 68, 73, 82 ad alto rischio oncogeno.
METODICA PCR
MODALITA' DI RACCOLTA tampone a secco, tampone in mezzo di trasporto liquido per DNA, contenitore sterile per liquido seminale
SITI DI PRELIEVO cervice uterina, canale uretrale, zona peria-anale, zona balano-prepuziale, liquido seminale, cavità orale ed in generale qualunque zona presenti lesioni suggestive da presenza di HPV
TEMPI DI REFERTAZIONE 72 ore




Il test per la rilevazione del DNA di HPV (HPV-DNA Test) presenta una maggiore sensibilità e precisamente i seguenti vantaggi operativi:

  • Identificazione delle donne a rischio di sviluppare carcinoma della cervice uterina. La presenza di HPV ad alto rischio in donne di età superiore ai 30 anni indica la probabilità di infezioni persistenti a rischio di sviluppo di lesioni.
  • aumento del valore del Pap test negativo (problema dei falsi negativi). La negatività dei due test permette di individuare le pazienti a basso rischio che non presentano lesioni attuali e non ne svilupperanno nell'immediato futuro.
  • Gestione dei referti con risultato incerto (ASC-US o ASIL, sec. Bethesda 2001). In caso di test citologico con risultato incerto, il test per la rilevazione dell'HPV consente di distinguere le pazienti da inviare ad ulteriori accertamenti da quello che possono essere reinserite nel normale programma di screening (40%-60%)
  • Il test per la rilevazione del DNA di HPV è in grado di segnalare la presenza del virus prima della comparsa di manifestazioni cliniche del tumore
  • Identificazione della zona di lesione in uomini portatori di HPV. Gli uomini solitamente sono solo dei portatori sani di virus HPV, ma è difficle comprendere dove la lesione sia presente. E’ possibile identificare HPV nelle zone esterne, oppure nel canale uretrale ed infine nel liquido seminale. In questi casi è consigliabile eseguire il prelievo nella zona di infezione, se ci sono indicazioni, oppure in tutte e tre le zone, dove non ci siano indicazioni.


BIBLIOGRAFIA

  • EsaDia (2004). HPV e prevenzione del cervicocarcinoma. 19. ed. Roche Diagnostic S.p.a.,Milano. 68 pp.
  • Brinton L.A. Epidemiology of cervical cancer overview. In: Munoz N, Bosch FX, Shah KV, Meheus A, eds. The epidemiology of cervical cancer and human papillomavirus. Lyon, France: IARC, 1992:3-23.
  • Sintesi Ragionata del managment della coppia HPV positiva. C. Foresta





Segnala e Condividi sui Social Network


ASSISTENZA